Contatti

Unica Sede

Via Stabia, 396,
Sant’Antonio Abate [Napoli]

Telefono

+39 081 879 75 07

E-mail

info@laimpianti.com

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO

Un impianto di riscaldamento è un impianto termico per la produzione e la distribuzione di calore.
La caratteristica di un impianto di riscaldamento è di generare il calore in un punto e trasferirlo ad altre zone.
Il metodo più diffuso è l’impianto a Caldaia, che è abbinato solitamente all’impianto di riscaldamento.

Quando il riscaldamento viene erogato dagli stessi dispositivi che forniscono anche raffrescamento e altre eventuali variazioni del microclima locale (ventilazione, umidificazione), viene detto di condizionamento o di climatizzazione.

Impianto a caldaia

L’impianto a caldaia è il sistema di riscaldamento più diffuso per il riscaldamento dell’acqua in abitazioni.
Le caldaie si possono classificare per:
tipo di installazione
fissa, semifissa, locomobile, locomotiva
tipo di focolare
a combustibile solido, a combustibile liquido, a recupero

Tipologie di caldaia
  • caldaie fisse
    sono concepite per uso continuativo e definito, e vengono installate in un punto preciso definito in base a considerazioni pratiche. Sono quindi installate in modo permanente, e possono essere rimosse solo dopo importanti lavori di demolizione
  • caldaie semifisse
    pur essendo installate in punti definiti da altre considerazioni, hanno una relativa facilità di spostamento; tipicamente la caldaia in quanto tale è un monoblocco completo di accessori, esclusi l’alimentazione del combustibile ed eventualmente accessori esterni quali il camino
  • caldaie locomobili
    sono caldaie che contengono in sé tutti gli accessori necessari al funzionamento, incluso un serbatoio del combustibile (solido, liquido o gassoso), e che spesso hanno mobilità facilitata, essendo montate su ruote e quindi trainabili; utilizzate ad esempio per usi di cantiere
Impianti di climatizzazione

La climatizzazione di un ambiente chiuso consiste nell’insieme di operazioni necessarie per consentire condizioni termoigrometriche adeguate all’utilizzo di quell’ambiente stesso da parte dell’uomo, a qualsiasi condizione climatica esterna, in ogni periodo dell’anno. La climatizzazione di un ambiente comprende le seguenti funzioni, in relazione alle caratteristiche del clima esterno e dell’attività interna:

  • riscaldamento o raffreddamento
  • ventilazione con o senza filtraggio dell’aria
  • umidificazione o deumidificazione

Dal punto di vista distributivo-funzionale, gli impianti di climatizzazione si distinguono:

  • impianti centralizzati
    con un’unica unità di produzione di calore/refrigerazione, connessa ai terminali di stanza da una rete di distribuzione gerarchizzata, generalmente a tutt’aria, se termica e di refrigerazione; invece ad acqua con terminali radianti, se per riscaldamento
  • impianti de-centralizzati,
    con unità di produzione di calore, caldaiette, o refrigerazione, condizionatori oppure misti, per singole abitazioni o stanze.Dal punto di vista delle fonti energetiche utilizzate e rispetto alla sostenibilità ambientale, la climatizzazione può essere:artificiale, se basata interamente su fonti non rinnovabili, come combustibili fossili (per riscaldamento) o l’elettricità (per raffrescamento e ventilazione) magari con tecnologia inverternaturale o bioclimatizzazione, se basata sull’utilizzo di risorse rinnovabili e di sistemi di riscaldamento solari, attivi collettori solario passivi (serre, pareti ad accumulo) vedi impianti di energia alternativa

    di ventilazione naturale,
    di raffreddmento passivo, microclimatico, geotermico, evaporativo radiattivo, ad esempio nelle fasi di progettazione, realizzazione e gestione di un green buildingibrida, se utilizza entrambi i tipi precedenti, in modo integrato nello spazio e nel tempo
Riscaldamento radiante

La climatizzazione radiante è un sistema a pannelli radianti per ottenere il riscaldamento ambientale invernale e il raffrescamento ambientale estivo. I pannelli sono costituiti da serpentine di tubi tipicamente in materiale plastico, ma anche in altri materiali come il rame, e possono essere posti a pavimento, a soffitto e, in alcuni casi, anche a parete.

Il fluido termovettore è l’acqua; calda in inverno, prodotta da una caldaia, da un sistema a pompa di calore, o da altra fonte (ad esempio pannelli solari, combustione di biomasse ecc.); refrigerata in estate, prodotta da una macchina frigorifera chiamata chiller.

Nel caso della climatizzazione estiva occorre prestare attenzione alla temperatura dell’acqua circolante nei pannelli. Se troppo bassa si corre il rischio della formazione di condensa all’esterno di tubi e quindi di infiltrazioni di acqua nel pavimento o nei soffitti.

Il sistema di climatizzazione radiante, sia in riscaldamento sia in raffrescamento, è quello che più si avvicina alla fisiologia umana e quindi consente di ottenere ottimi livelli di comfort.

Affidarsi a La Impianti vuol dire trovare la soluzione ottimale per tutte le esigenze del settore, potendo usufruire anche dell’assistenza.
L’esperienza maturata nel settore ci consente di selezionare la scelta dei materiali e di realizzare sistemi efficienti e all’avanguardia, ottimizzando al massimo le risorse energetiche.

TELEFONO +39 081 879 75 07
S.Antonio Abate, Via Stabia, 391